e-duesse.it / Editorial(ist)i / Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno / Guardare avanti

navigation

Guardare avanti

Due fattori, più di tutti, stanno imponendo al retail un cambiamento. Il comportamento d’acquisto on e off line del consumatore e la necessità dell’industria di creare una shopping experience più gratificante. Per cavalcare il primo e soddisfare la seconda, è necessario che il retail scenda in campo e segua l’onda del cambiamento adeguandosi a questo e, dove serve, trasformare i luoghi della distribuzione.

 

Il perché è chiaro. L’industria ha fatto passi da gigante e sta mettendo in atto strategie mirate per rendere il brand sempre più forte e conosciuto; il consumatore - come sappiamo - è radicalmente evoluto; chi deve completare questo processo ed evolversi è il trade, anello essenziale di questa filiera nella costruzione del valore.

 

La questione legata al rinnovamento e allo slancio verso un nuovo modo di intendere la propria attività, passa sicuramente attraverso la sala mostra, ma non si limita certo a essa. Quello che deve cambiare è come viene gestito il business. Ed è proprio questo il tema che abbiamo trattato in copertina questo mese (vedi pag. 17), riportando le esperienze di alcune tra le insegne che più di altre si stanno distinguendo per iniziative e attività in store, per estensione dell’offerta, per attenzione al capitale umano, per progetti di comunicazione e marketing sviluppati con i brand fornitori, per servizi offerti, ma anche per la passione e la grande volontà di presidiare il territorio.

 

Ancora una volta abbiamo la possibilità di riportare esempi di imprenditori e insegne virtuose che dimostrano come sia possibile continuare a competere nonostante le difficoltà oggettive del mercato; tutte realtà diverse fra loro, anche geograficamente, ma con la perspicacia di guardare avanti e ripensare il luogo della vendita a immagine di un consumatore che oggi, prima di comprare, vuole emozionarsi. Per raggiungere questo obiettivo occorre avere una visione a lungo termine, investire, fare sinergia col proprio staff di vendita e soprattutto non fermarsi se i risultati non sono immediati, ma perseverare.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno


Testarda e amante delle sfide. Cancro ascendente vergine (e ho detto tutto). A sei anni sognavo di diventare pompiere o sassofonista di una jazz band. Poi, un giorno, scrivo il mio primo articolo e mi innamoro di questo mestiere.
Amo il mio cane Rudolph, le crêpes (ma rigorosamente quelle che si mangiano nel quartiere Saint-Germain-des-Prés, a Parigi), le piante grasse e gli scarponi da trekking consumati dalle tante camminate fatte tra le montagne del Trentino.
Sono in Editoriale Duesse dal 2006 e lavoro su Ab da quando era ancora solo un progetto. Del mio lavoro mi diverte il fermento quotidiano, dar fastidio alla concorrenza e scovare quelle notizie che nessuno ancora ha trovato. Ma, quello che mi affascina di più, è fermarmi a osservare le dinamiche che regolano il mercato dell’arredobagno per capire quali saranno le tendenze nel futuro.


Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30