e-duesse.it / Editorial(ist)i / Emanuela Sesta / Finché c’è ossigeno...

navigation

Finché c’è ossigeno...

Mentre tutto il mondo politico, le Associazioni di categoria, gli addetti ai lavori, tutti, sono in attesa di sapere cosa deciderà il Governo rispetto alla possibilità di aprire la domenica e nei giorni festivi (al momento in cui scriviamo, metà settembre, ancora nulla sembra deciso, ndr) a noi sembra che il tutto sia machiavellicamente eseguito per distogliere l’attenzione dai veri mali.
Fermo restando che, a nostro parere, ciascuno a casa propria dovrebbe decidere cosa fare considerando pro e contro, di certo dalla libertà di aprire o meno non dipende la redditività presente e futura del canale, né tanto meno la competitività. Contrariamente, se non si pone un freno alla pressione promozionale ormai giunta a livelli altissimi (si parla di un peso intorno al 70% rispetto all’offerta totale veicolata da alcune realtà), il rischio è che ad alzare la saracinesca per vendere elettrodomestici rimangano veramente pochi, e non solo nei giorni festivi. Purtroppo però la decisione di dover affrontare un dietro front su questo argomento, non può decisamente arrivare da una legge, ma dal buon senso degli operatori.
La predisposizione, almeno a parole, non manca: lo ha dichiarato Stefano Caporicci, patron di Nova, sulle pagine di questa rivista il mese scorso, dicendo “riportiamo il margine medio sopra ai 30 punti” e rincalza la dose Raul Sartortello, ad di SME, nell’intervista di copertina a pagina 48: “questa pressione è pura follia”, così l’ha definita.
Ora, nessuno si sogna che gli operatori retail si riuniscano intorno a un tavolo per stabilire una modalità operativa comune, anche se posizionarsi ogni giorno tra il prezzo di listino e il prezzo promozionale potrebbe già essere un inizio (allineando online e offline), ma aspettare inermi che l’ossigeno finisca non è comunque una soluzione.
Tanto poi la domenica si apre, o forse no?

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Emanuela Sesta


Nata a: Monza il 19 ottobre 1979
In Editoriale Duesse dal: a lot of time
Mi piace: leggere, il cinema, il teatro, l’aperitivo del venerdì e le mie figlie Emma e Sara
Non mi piace: i giornalisti ‘tromboni’
Quando non scrivo su UpTrade mi occupo di: adoro realizzare eventi di ogni tipo
Citazione: “Le donne possono essere imprudenti, ma l’uomo no” Vito Corleone, Il Padrino I


Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31