27 Giugno 2018

Anche il Giocattolo deve essere smart

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Date le dinamiche che hanno caratterizzato la prima parte del 2018, mai come quest’anno, il mercato del Giocattolo in Italia attende con trepidazione l’arrivo dell’high season. Per i retailer le tempistiche per comporre la propria offerta per il periodo di massima stagionalità sono sempre più strette, tanto che quest’anno anche Toy Store ha deciso di anticipare a questo numero il canvass di Natale. Speciale che, come di consueto, raccoglie le proposte dell’Industria, non solo a livello di prodotto, ma anche di piani di marketing e comunicazione, utili a spingere il sell out. Ma in un mercato così sfidante la giusta selezione da sola non è più sufficiente. Come ha sottolineato, infatti, Paolo Guaitani, partner e formatore di The Vortex, tra i relatori del convegno organizzato da Toy Store, in occasione di Toys Milano, la vita del punto vendita non si può limitare alla dimensione fisica: «anche per le insegne del Giocattolo è fondamentale presidiare la propria presenza digitale, creando un sito internet aggiornato, utilizzando e curando Google MyBusiness, sfruttando il nuovo servizio Whatsapp for Business, senza dimenticare l’importanza di Facebook Local». È, però, necessario ricordarsi che «la tecnologia serve per portare in negozio il cliente, per fargli vivere l’esperienza, per far capire alle persone le emozioni che siete in grado di offrire nel punto vendita».