e-duesse.it / News / Arredobagno / L’innovazione motore dell’arredobagno

navigation

L’innovazione motore dell’arredobagno

L’innovazione motore dell’arredobagno

Paolo Pastorino, presidente Assobagno di FederlegnoArredo

Una nuova indagine realizzata dal Centro Studi di FederlegnoArredo mette in luce l'importanza degli investimenti in Ricerca e Sviluppo da parte delle imprese. E la centralità della formazione tecnico-commerciale degli addetti alle vendite in showroom

Quali saranno i futuri trend che caratterizzeranno il mercato dell’arredobagno? Per avere un risposta esauriente e spunti di interessante riflessione vi è l’indagine “Le tendenze nell’arredobagno”, realizzata dal Centro Studi di FederlegnoArredo presso gli associati Assobagno e presentata da Paolo Pastorino (presidente Assobagno di FederlegnoArredo), a corollario della ricerca IT’S Made in Italy, realizzata da Cresme, a cui Assobagno e il Centro Studi di FederlegnoArredo hanno collaborato attivamente, in occasione del 19° Convegno Angaisa. Alcune evidenze. L’87% delle imprese produttrici intervistate investono in R&D, a cui dedicano circa il 2% del loro fatturato. Per la produzione Made in Italy dell’arredobagno il design rappresenta sempre il primo fattore strategico per la crescita ma di notevole interesse vi sono anche il risparmio idrico/energetico, la realizzazione di prodotti green con impatto ambientale ridotto, l’innovazione tecnologica, seguiti da prodotti sicuri nell’utilizzo, facili da pulire e multifunzione. Altro argomento centrale è rappresentato dalla formazione e dai servizi al cliente finale. Rispetto al rapporto con i clienti della distribuzione specializzata, canale distributivo principale, le imprese intendono potenziare i loro investimenti specialmente nella formazione del personale interno al punto vendita e degli installatori. La formazione tecnico-commerciale degli addetti agli showroom e nei servizi è infatti considerata la strada primaria dove la distribuzione specializzata dovrà investire nei prossimi anni per rafforzare la sua presenza sulla scena e differenziarsi così dalla Gdo e nuovi attori sul mercato. La competenza degli addetti per fornire assistenza e soluzioni su misura al cliente finale è imprescindibile dalla vendita. “Con questa indagine”, sottolinea Pastorino, “desideriamo far emergere l’impegno e le risorse, attuali e future, delle nostre imprese per trasferire al mercato il valore aggiunto dei nostri prodotti. Un percorso che ci farà piacere fare in collaborazione con la nostra distribuzione, con l’obiettivo di dare al cliente finale tutti quei servizi oggi indispensabili, per distinguersi sul mercato”.

Contenuti correlati: federlegno , assobagno , ricerca , indagine , pastorino , angaisa , formazione

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.