e-duesse.it / News / Arredobagno / Per l’Antitrust la pubblicità Remail è ingannevole

navigation

Per l’Antitrust la pubblicità Remail è ingannevole

Per l’Antitrust la pubblicità Remail è ingannevole

nella foto la promozione cambiata dopo l'intervento dell'Agcm

L’azienda, nota per le sue televendite sulle reti Mediaset, è stata sanzionata per 160 mila euro

Remail, azienda che opera nella produzione, installazione e riparazione di docce e vasche da bagno, con un giro d’affari di 16,4 milioni di euro (2013), è nota per le televendite sulle reti Mediaset che pubblicizzano la sostituzione di una vasca con un box doccia in sole 8 ore, a prezzi vantaggiosi.

L’ultima televendita (estate 2014) è stata ritenuta dall’Antitrust ingannevole perché conteneva “informazioni ambigue e non veritiere in merito alle caratteristiche e al costo nonché all’effettiva convenienza della promozione e alla durata della stessa”. In particolare, il messaggio pubblicitario riportava in modo evidente e con enfasi un costo di 199 euro per l’installazione del sistema idrico pubblicizzato, precisando che “con un piccolo prezzo è possibile avere da subito l’installazione del box doccia”. In realtà importo l’indicato sarebbe solo un acconto, mentre il costo complessivo dell’istallazione pubblicizzata sarebbe molto più elevato. A questo va aggiunto che la pubblicità prospettava la possibilità di usufruire di uno sconto del 50% sul prezzo dell’offerta e di un ulteriore sconto del 20%, mentre in realtà lo sconto del 50% consisteva nella possibilità di usufruire di una detrazione fiscale. Remail è stata multata per 160 mila euro.

Commenti

Replica della società Remail S.p.A. al provvedimento dell’Antitrust.

Remail si oppone categoricamente alla decisione adottata nei Suoi confronti dall’Autorità Garante della Concorrenza e del mercato (AGCM), decisione che non tiene assolutamente conto della realtà sostanziale dell'operatività corrente, passata e futura, di un'Azienda che si basa unicamente sul gradimento e sull'affidamento dei propri Clienti. E per i seguenti motivi dichiara di opporsi al provvedimento emesso dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale.
Gli oltre ventimila clienti di Remail dell’anno 2014, sono la migliore e più credibile dimostrazione del corretto operato nelle condizioni di affidabilità, correttezza e trasparenza dei servizi erogati.

Appare peraltro singolare come il provvedimento in oggetto non tenga assolutamente in considerazione le risultanze prodotte dall'Azienda in sede di audizione, sede in cui si è dimostrata l'assenza di contenziosi con riferimento alla Clientela prodotta, rispetto alle contestazioni mosse dall’ Agcm a Remail.
Ritenere che la frase di un messaggio pubblicitario, peraltro prontamente interrotto a seguito del richiamo intervenuto, abbia rappresentato per i Clienti di Remail la motivazione unica ai fini dell’ acquisto di un prodotto/servizio le cui caratteristiche di qualità, affidabilità e garanzia sono riconosciute dal mercato quali di assoluta leadership, significa non tenere in alcuna considerazione la specificità merceologica del prodotto/servizio in questione e, soprattutto, non aver compreso il modello promozionale, commerciale e di gestione della Clientela adottato da Remail, da sempre basato sul rapporto personale e di completa adattabilità dei servizi forniti alle esigenze della propria clientela.
Remail intende quindi ribadire la propria assoluta opposizione rispetto al merito della decisione adottata dall’ Agcm, dichiarando altresì di riservarsi di adire le vie legali in tutte le sedi competenti per tutelare il proprio operato, la propria storia imprenditoriale ed il proprio profilo reputazionale, patrimonio primario della società.
Per completezza di seguito le spiegazioni che Remail ha fornito all’Agcm:

1. Il testo del messaggio pubblicitario è: "cominciamo dalla vantaggiosissima detrazione fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie che tra l'altro non sappiamo per quanto tempo proseguirà, più un ulteriore sconto Remail del 20%, quindi 50+20, quindi risparmierete più della metà".
E' ben chiaro che il messaggio non presenta alcuna ambiguità, in quanto, nel medesimo, è dichiarato espressamente che il 50% di risparmio è imputato alla detrazione fiscale per la ristrutturazione edilizia mentre l'ulteriore 20% di risparmio è riferito allo sconto offerto da Remail. Risulta quindi ben chiara la distinzione fra sconto e detrazione fiscale, così come è altrettanto chiaro che in nessuna parte del messaggio pubblicitario si parla di "doppio sconto”.

2. Il testo del messaggio pubblicitario è: "grazie alla promozione sicurezza e risparmio con soli 199 euro avrete installato subito e a casa vostra il box doccia Remail al posto della vecchia vasca! Avete capito bene, solo 199 euro! Il resto del pagamento lo concorderete comodamente con il consulente in base alle vostre possibilità”.
E’ quindi reso chiaro al pubblico che: - l'importo di 199,00 euro è la somma che il potenziale Cliente dovrà versare quale acconto sul prezzo per poter ricevere subito l'installazione dell’opera; - il resto del pagamento verrà concordato tra Consulente e Cliente.

3. In particolare - in sede di conclusione del contratto - è concordata con il cliente, oltre alla definizione dell'importo complessivo, anche la modalità di pagamento del prezzo. Detta modalità potrà essere: versamento di acconto alla stipula di 199 euro o più, a discrezione del Cliente, con conseguente successiva installazione del prodotto; versamento del saldo dovuto solamente ad eseguita installazione, anche tramite rateizzazione, se del caso con l'intervento di società finanziaria.

4. Inoltre il messaggio pubblicitario afferma che: “la straordinaria promozione sicurezza e risparmio che unisce piccolissimo prezzo a grande affidabilità. Cominciamo dalla vantaggiosissima detrazione fiscale del 50% (…)".
Il riferimento al piccolo prezzo nel testo del messaggio pubblicitario è strettamente legato alla reale convenienza del prodotto, che realizzato da un'azienda affidabile come Remail, con anni di esperienza ed i cui prodotti consistono in soluzioni innovative — consente al cliente di usufruire del risparmio conseguente alla detrazione fiscale ed allo sconto offerto da Remail. In particolare, il prodotto offerto da Remail costa al cliente decisamente meno rispetto ad un lavoro tradizionale che, al contrario, necessita dell'intervento di numerose maestranze.
Remail ha modificato il messaggio pubblicitario sin dal 16 settembre 2014 e, ciò, al fine di rendere il proprio messaggio pubblicitario ancora più chiaro, trasparente ed esplicativo possibile, così da eliminare e fugare qualsiasi forma di dubbio che potrebbe eventualmente sorgere anche in un solo potenziale Cliente.
Si consideri, poi, come grazie alle sempre maggiori dimensioni aziendali Remail ha potuto procedere all’incremento del proprio organico tramite assunzione a tutti i livelli, dai formatori tecnici, alla rete di idraulici-installatori al personale di assistenza alla clientela (prima e dopo l'acquisto) onde garantire la massima soddisfazione del Cliente in ogni fase del ciclo di vita del rapporto con Remail, tecnico amministrativo.
Inoltre, Remail utilizza una rete vendita di professionisti incaricati, da un lato, di dare supporto tecnico ai potenziali clienti interessati alle soluzioni offerte e, dall'altro lato, di procedere alla stipula dei contratti di vendita.
Remail adotta una procedura che consente ad una squadra composta da due tecnici di installare una doccia in sostituzione della vasca da bagno in meno di otto ore. La metodologia di installazione utilizzata da Remail risulta meno invasiva e dispendiosa rispetto al classico intervento eseguito da molteplici maestranze che si renderebbero all'uopo necessarie (muratore, idraulico, piastrellista) per almeno tre giornate di lavoro e con il necessario coordinamento tra professionisti.
Per tutte le ragioni esposte Remail, certa delle proprie ragioni, incardinerà ricorso avverso la decisione adottata dall’AGCM nei Suoi confronti dinanzi al TAR.
Inoltre si precisa che l'immagine di questo articolo fa riferimento a una promozione ora in corso e non soggetta al provvedimento.

Log in o crea un account utente per inviare un commento.