28 Gennaio 2008  00:00

Miele: “Più attenzione per il mercato estero”

TBrb

Fra gli obiettivi del Gruppo, un’offerta più in linea con le esigenze dei Paesi esterni alla Germania

Nei prossimi anni Miele punterà alla realizzazione di gamme in linea con le esigenze dei mercati in cui opera. Ne ha spiegato le ragioni a e-duesse Reinhard Zinkann, comproprietario dell’azienda tedesca: “Nel tempo il nostro mercato di riferimento è cambiato. Infatti stanno acquistando sempre più importanza i mercati esteri, che ora rappresentano circa il 70% del nostro fatturato. Per questo motivo cerchiamo di progettare delle gamme che rispondano alle necessità dei diversi Paesi. Il nostro obiettivo è uno sviluppo graduale ma continuo” ha concluso Zinkann. Quanto pesa l’Italia per Miele e qual è l’andamento del marchio nel nostro mercato? “L’Italia rappresenta circa 3,5% del nostro fatturato” ha spiegato Alessandro Covi, amministratore delegato di Miele Italia. “Il trend è positivo, registriamo la nostra maggior crescita nel segmento delle lavastoviglie con un + 17% a volume nel sell in”.Considerando l’offerta di Miele, il cui price index si aggira intorno al 180%, la ricetta per presidiare anche il canale eldom è, nelle parole di Covi: “dare la massima attenzione alla formazione del personale sul punto vendita, in modo che sia preparato a spiegare nel dettaglio i plus che contraddistinguono i prodotti. Inoltre, la nostra priorità è selezionare dei partner che siano davvero interessati a lavorare con noi”.

Iscriviti alla nostra newsletter

ACCADDE OGGI

  • 13 Aprile 2006
    Euronics: al via lo spot interattivo sul Dtt
    Euronics ha sviluppato, in collaborazione con IconMedialab, uno spot interattivo e 12 banner da posizionare a rotazione all’interno del portale Dtt della rete Mediaset Italia 1.

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy