09 Settembre 2019  12:55

Samsung: obsolescenza programmata? Prezzi in aumento

Roberta Broch
Samsung: obsolescenza programmata? Prezzi in aumento

Anche il gruppo coreano ha partecipato alle audizioni informali per l’esame del Ddl. Fra i punti critici, l’estensione di garanzia, che arriverà a 10 anni, e l’obbligo di mantenere le parti di ricambio per 5 anni dopo la fine della commercializzazione del prodotto

Il Senato riprende l'esame del disegno di legge 615 contro l’obsolescenza programmata. La Commissione Industria ha proseguito il ciclo di audizioni informali nell’ambito dell’esame del Ddl.

Anche Samsung è stata ascoltata in materia. L’azienda si è detta favorevole nell’avere una disciplina sul tema, purché sia precisa ed equilibrata. L’obiettivo è contemplare esigenze dei produttori e dei consumatori. Fra i punti più critici, l’estensione della garanzia (che secondo il Ddl sarà pari a 5 anni, rispetto agli attuali due, per i beni di piccole dimensioni e a 10 anni per gli elettrodomestici di grandi dimensioni). Secondo l’azienda, non è chiara la differenza fra le due tipologie di prodotti. “Questa estensione della garanzia può portare a un aumento, anche significativo, dei prezzi dei prodotti”. Anche l’obbligo, da parte del produttore, di mantenere le parti di ricambio per 5 anni successivamente alla cessazione della commercializzazione del bene è un onere molto importante per il produttore, che dovrebbe anche assicurare l’assistenza tecnica relativa al bene. Tutto ciò porterebbe a un aumento dei prezzi, visto che i costi di gestione dei magazzini, diventerebbero importanti.

Inoltre, secondo il disegno di legge, il produttore sarà tenuto, per i beni di consumo elettrici ed elettronici che per il loro corretto funzionamento prevedono una componente software, per tutto il periodo della commercializzazione e per un periodo ulteriore pari alla durata della garanzia legale, ad assicurare la disponibilità di aggiornamenti del software e delle applicazioni a esso afferenti, nonché la necessaria assistenza tecnica. Samsung considera indispensabili questi aggiornamenti dei software, la procedura di aggiornamento è calibrata abilmente in modo da non impattare sul funzionamento degli smartphone.

Samsung chiede, poi, anche che un produttore sia sanzionato dalla legge italiana solo quando verrà dimostrata la sua volontà di danneggiare un bene. Peraltro - secondo Samsung - spetterà al consumatore dimostrare che il produttore ha volutamente penalizzato il prodotto acquistato e questa prova potrà essere acquisita soltanto attraverso "perizie tecniche".

In uno statement successivo, l'azienda sottolinea il proprio approccio sul tema: "Assolutamente positivo e costruttivo. Ideologicamente scevro da alcun preconcetto. L'obiettivo di Samsung è quello di assicurare ai consumatori il prodotto più tecnologicamente avanzato e di offrire tecnologie sempre più innovative tenendo conto che lo sviluppo tecnologico è in costante evoluzione e che l'impatto ambientale deve essere sempre attentamente valutato".

Contenuti correlati : osbolescenza programmata estensione garanzia Samsung

ACCADDE OGGI

  • 19 Novembre 2015
    Continua a crescere la rete indiretta Unieuro
    “Continua a crescere il numero di partner che entra a far parte del Gruppo a conferma della validità del ‘Progetto Unieuro Partners’ per gli imprenditori locali”.

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy