19 Maggio 2020  09:09

“Tenere chiuso non ci avrebbe permesso di riaprire dopo”

Redazione Web
“Tenere chiuso non ci avrebbe permesso di riaprire dopo”

Così parla Cataldo Ferraro, titolare di cinque pv calabresi e affiliato Unieuro

È un punto di vista crudo e pragmatico quello che Cataldo Ferraro, titolare di cinque punti vendita in Calabria e affiliato Unieuro, porta a Duesse.it: “Mente il mondo si è fermato nel corso dell’emergenza Covid-19, noi siamo rimasti aperti e operativi, gestendo tutte le possibili criticità del momento. Abbiamo mantenuto attivo, seppur con grandi difficoltà, il servizio offerto al nostro bacino di utenza di riferimento”.

Come? “Ci siamo inventati l’home delivery - che definirei local - a cui abbiamo aggiunto un servizio di interlocuzione col cliente che coinvolgeva la nostra pagina Facebook e un numero da chiamare messo a disposizione. Devo dire che abbiamo sfruttato la notorietà del social che, per fortuna, è abbastanza seguito rispetto al nostro bacino commerciale. Non solo: abbiamo anche attivato il servizio di pagamento e finanziamento a domicilio per rateizzare l’acquisto”.

C’è chi sostiene che per i negozi di vicinato il Covid-19 abbia portato grandi risultati…. Posso parlare della mia realtà che conta cinque punti vendita che coprono da Est a Ovest l’intera regione. Tra l’altro parliamo di una zona, la Calabria, che è stata colpita marginalmente dall’emergenza sanitaria. Ebbene, noi contiamo mediamente una perdita di oltre il 35% che varia poi - aumentando o diminuendo - a seconda dei negozi.Non è un automatismo il fatto che tenere aperto porti benefici: ci siamo organizzati bene ma i risultati non sono arrivati. Lato marginalità, è vero che in assenza totale di volantini e di comunicazioni aggressive e in presenza di una oggettiva esigenza di prodotto, probabilmente si è fatto pagare un servizio, ma senza compensare la perdita di margine dovuta alla mancanza di ricavi.

Ne è valsa la pensa rimanere aperto? Finché è possibile rimanere aperto, bisogna farlo. Le nostre aziende sono come delle fabbriche, delle catene di montaggio che nel momento in cui le rallenti perdi la parte finanziaria, la produttività e perdi clienti. Se avessimo chiuso, probabilmente non saremmo riusciti poi a riaprire.Mi lasci dire che, lato affiliazione, abbiamo fatto un lavoro grandioso: ci siamo presi una grande responsabilità e abbiamo tenuto aperto un marchio di cui siamo responsabili sempre, ma in maniera maggiore in questa fase.

Iscriviti alla nostra newsletter

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy