e-duesse.it / News / Bianco & Ped / Unieuro, nell'H1 ricavi in crescita del 6,9%, utile netto del 29,2%

navigation

Unieuro, nell'H1 ricavi in crescita del 6,9%, utile netto del 29,2%

Unieuro, nell'H1 ricavi in crescita del 6,9%, utile netto del 29,2%

La catena commenta: “Questi risultati sono in sovraperformance rispetto al mercato, a conferma della bontà delle acquisizioni e della strategia di crescita omnicanale”

Il Consiglio di Amministrazione di Unieuro S.p.A. ha approvato oggi la Relazione Finanziaria Semestrale al 31 agosto 2017; un primo semestre che Giancarlo Nicosanti, amministratore delegato della catena, ha così commentato: “chiudiamo questi primi 6 mesi del nostro FY con risultati positivi e in crescita, in un contesto di mercato peraltro inaspettatamente debole. La spinta propulsiva delle nuove acquisizioni, l’ottima performance dell’e-commerce e la tenuta del canale offline hanno spinto i ricavi di Unieuro ad un nuovo livello record. Siamo fiduciosi che la seconda parte dell’anno, notoriamente la più importante in termini di ricavi e redditività, possa confermare questo trend, anche grazie all’importante contributo dei 19 nuovi negozi acquisiti da Cerioni, la cui riapertura è prevista entro Natale”. Ma veniamo ai numeri: i ricavi consolidati sono stati pari nell’H1 a 813,7 milioni di euro, in crescita del 6,9% “con un incremento di 52,2 milioni di euro generato principalmente da volumi di vendita più elevati in gran parte dei canali distributivi e in particolar modo nel segmento online, per effetto della strategia omnicanale”. I ricavi like-for-like e comprendenti sia le vendite retail sia il Click & Collect si sono contratti del 2,3%. “ Va aggiunto che nel primo semestre 2016/17, le attività promozionali conseguenti alla ristrutturazione e al rilancio di numerosi negozi, in particolare del flagship store di Roma Muratella, avevano eccezionalmente sospinto i ricavi di quei punti vendita. Depurata da tale effetto, la dinamica dei ricavi like-for-like di Unieuro ha sovraperformato il mercato consumer, che nel semestre è calato dello 0,7%”. L’EBITDA adjusted di Unieuro si è stato di 14,7 milioni di Euro, in crescita di 1,1 milioni (+8,1%) rispetto ai 13,6 milioni del semestre precedente. La marginalità sulle vendite è rimasta stabile all’1,8%. Il risultato netto consolidato adjusted di Unieuro nel 1° semestre 2017/18 è stato pari a 3,1 milioni di Euro, in aumento del 29,2% rispetto ai 2,4 milioni conseguiti nello stesso periodo del 2016/17, con un’incidenza sui ricavi dello 0,4% (0,3% nel corrispondente periodo dell’esercizio 2016/17). “I benefici della gestione finanziaria e fiscale sono stati parzialmente annullati dall’aumento degli ammortamenti” si legge nella nota. L’indebitamento finanziario netto del Gruppo si è salito di 73,8 milioni di Euro arrivando a 75,8 milioni di euro: “Ciò principalmente per effetto della delibera di distribuzione di dividendi per 20,0 milioni di euro e per gli investimenti relativi all’acquisto e al rilancio di imprese e rami d’azienda, il cui importo si è assestato a complessivi 26,9 milioni di Euro”. Il 16 giugno 2017, Unieuro ha sottoscritto con un pool di banche una nuova linea di credito “per un importo massimo di 50 milioni di Euro di durata triennale, finalizzata a dotare la società di risorse aggiuntive per finanziare la crescita tramite acquisizioni e aperture di nuovi punti vendita a conferma della volontà della Società di affermarsi quale leader e consolidatore nel mercato dell’elettronica di consumo in Italia”. Per finire il Consiglio di Amministrazione ha a deliberato di cooptare Uwe Ernst Bufe amministratore non esecutivo della Società̀ in sostituzione di Nancy Arlene Cooper, dimessasi con efficacia dalla data di approvazione della Relazione Semestrale. “Uwe Ernst Bufe, 73 anni, vanta una prestigiosa carriera internazionale in ambito manageriale, che l’ha portato a ricoprire la carica di Presidente e CEO della tedesca Degussa AG” precisa la catena.