e-duesse.it / News / Cinema / Top 50, Paolo Del Brocco al primo posto

navigation

Top 50, Paolo Del Brocco al primo posto

Top 50, Paolo Del Brocco al primo posto

Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema (foto courtesy of Rai Cinema)

L’amministratore delegato di Rai Cinema guida la classifica stilata da Box Office e Ciak. Sul podio anche la coppia Andrea Scrosati-Nicola Maccanico (alla guida di Vision Distribution) e Giampaolo Letta (vicepresidente e amministratore delegato di Medusa Film)

Tradizionale appuntamento con la Mostra del Cinema di Venezia e con la Top 50 del cinema italiano realizzata da Box Office, quindicinale pubblicato da Duesse Communication, e dal mensile Ciak (edito da Visibilia) e arrivata alla diciannovesima edizione. La "power list" del cinema italiano è pubblicata sul n. di Box Office del 30 agosto/15 settembre.

È una classifica che si rinnova quella di quest’anno dei professionals con sette nuove entrate. Da segnalare, anche, che ci sono 14 manager che migliorano in classifica. Al primo posto torna Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, società che rimane centrale per la produzione italiana così come lo è la direzione 01 Distribution guidata da Luigi Lonigro. Fanno un bel salto in avanti in seconda posizione Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky Italia e presidente di Vision Distribution, e Nicola Maccanico, Ceo di Vision; in un anno la società - che vede insieme Sky, Cattleya, IIF, Indiana, Palomar e Wildside - si è ritagliata uno spazio di tutto rispetto e ha confermato che la pay Tv è determinante per il nostro cinema. Stabile in terza posizione Giampaolo Letta, vicepresidente e amministratore delegato di Medusa Film che si conferma player distributivo molto importante. Cresce l’attesa per il nuovo film di Checco Zalone e, di coseguenza, cresce in classifica – è quarto – il suo produttore Pietro Valsecchi, presidente di Taodue. Quinta posizione, in crescita, per Barbara Salabè, President & Managing Director di Warner Bros.Entertainment Italia a conferma che Warner è la major che più investe nel nostro cinema. Stabili, in sesta posizione, Andrea e Raffaella Leone, amministratori delegati di Leone Film Group, e Marco Belardi, amministratore unico della controllata Lotus Production che ha potuto contare sul grande successo di A casa tutti bene di Gabriele Muccino. Quella passata è stata una buona stagione per Wildside, i cui soci Mario Gianani e Lorenzo Mieli occupano la settima posizione grazie soprattutto al risultato di Come un gatto in tangenziale. Conquistano posizioni anche Francesca Cima e Nicola Giuliano, titolari di Indigo Film, che sono ottavi (tra i film prodotti Loro di Paolo Sorrentino) mentre cala in nona posizione Alessandro Salem, direttore generale contenuti di Mediaset che ha ridimensionato il suo impegno nella pay Tv. Decima posizione per i due circuiti The Space e Uci che hanno visto cambi al vertice e che ora sono guidati, rispettivamente, dai manager internazionali Toby Bradon e Ramon Biarnes. Questo per quanto riguarda la top ten. La classifica vede crescere Richard Borg, direttore generale e amministratore delegato di Universal Pictures International Italy (undicesimo) e Andrea Occhipinti, Ceo di Lucky Red e presidente dei distributori Anica (dodicesimo). A livello istituzionale, esordio in quindicesima posizione per Nicola Borrelli, direttore generale cinema del Mibac, mediatore tra le diverse esigenze della filiera. Le associazioni cinematografiche sono presenti in sedicesima posizione con il presidente Anica, Francesco Rutelli. Tra i produttori, migliorano in classifica Aurelio e Luigi De Laurentiis, presidente e consigliere delegato di Filmauro (quattordicesimi) e Marco Cohen, Fabrizio Donvito e Benedetto Habib, titolari di Indiana Production (diciassettesimi). Nell’ambito delle nuove entrate segnaliamo anche Daniel Frigo, amministratore delegato di The Walt Disney Company Italia (ventunesimo).

Contenuti correlati: ciak , top 50 , box office

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.