20 Aprile 2021  10:02

In che modo la tecnologia ha un impatto sull'ambiente?

Elena Gandini
In che modo la tecnologia ha un impatto sull'ambiente?

Lo spiega Swappie

In occasione della Giornata Mondiale della Terra, che si celebra ogni anno il 22 aprile, Swappie fa il punto della situazione sulle nostre azioni quotidiane. Anche le più piccole, possono avere un impatto positivo o negativo sull’ambiente in cui viviamo e ci sono accorgimenti che possiamo adottare per rendere più virtuose e consapevoli le nostre scelte.

Molti dispositivi, come telefoni, computer e tablet, contengono componenti quali metalli pesanti e sostanze tossiche come piombo, cadmio, berillio e ritardanti di fiamma che non sono pericolosi quando si trovano all’interno dei nostri device, ma possono diventare dannosi quando gettati e riciclati impropriamente.

Un altro aspetto da considerare è che i circuiti dei device sono costruiti con metalli preziosi difficili da estrarre: oro, rame, argento e palladio si trovano comunemente all’interno di computer e smartphone e, poiché la domanda di tecnologia continua a crescere, cresce anche la domanda di queste risorse limitate, che impatta quindi in modo negativo sul nostro Pianeta.

Non sono esenti da colpe nemmeno gli smartphone: la frequenza con cui si cambiano è impressionante. In valori assoluti, le emissioni causate dagli smartphone sono balzate recentemente a 125 megatoni di CO2 equivalente all'anno (Mt-CO2e/yr) crescendo ad una velocità del 730% durante gli ultimi dieci anni.

Per rendere il concetto, 125 megatoni equivalgono a:2

31,5 centrali a carbone in funzione per 1 anno

505.574 milioni di km percorsi da un'auto

Elettricità usata da 22,7 milioni di case in 1 anno

Utilizzo di 289 milioni di barili di petrolio

La maggior parte dell’impatto degli smartphone sull’ambiente è causata dalla produzione, piuttosto che dal loro utilizzo. Ma è interessante notare come una percentuale significativa di utenti conservi i vecchi dispositivi o li butti via solo una volta sostituiti con dei nuovi.

Dove vanno a finire tutti questi vecchi telefoni inutilizzati? I rifiuti elettronici, noti anche come e-waste, sono il flusso di rifiuti in più rapida crescita nel mondo, seppur la maggior parte dei componenti di un cellulare può essere riciclata e riutilizzata, c'è ancora poca conoscenza su come riciclare correttamente i dispositivi e una mancanza programmi che riescano a rispondere a questa esigenza in modo efficace. Così, moltissimi dispositivi inutilizzati rimangono a prendere polvere nelle nostre case (le stime dicono che ci sono oltre 700 milioni di milioni di smartphone in letargo nelle case europee).

Contenuti correlati : Swappie
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 27 Settembre 2005
    Samsung: lanciati i Tv Crt slim
    Samsung ha lanciato la nuova linea di Tv a tubo catodico ridotto, caratterizzati da un ingombro medio di soli 41,5 centimetri, circa 20 cm in meno rispetto ai Crt tradizionali.