e-duesse.it / News / Cucine & Built in / Con Samsung la spesa diventa smart e responsabile

navigation

Con Samsung la spesa diventa smart e responsabile

Con Samsung la spesa  diventa smart e responsabile

Oggi il brand coreano ha dedicato un evento al tema della tecnologia nella vita di tutti i giorni per presentare il nuovo frigorifero FamilyHub che permette di comprare online direttamente dal grade elttrodomestico su Supermercato24

La tecnologia non solo come evoluzione e innovazione, ma come facilitatore della vita di tutti i giorni e quindi come lo strumento per avere più tempo per sé e meno complicazioni. Questo è stato il messaggio trasmesso oggi all’evento “Abitare la tecnologia” organizzato da Samsung per presentare il nuovo frigorifero FamilyHub che permette nel dettaglio di fare spesa online direttamente dal grade elettrodomestico su Supermercato24. “La vita è vissuta su due assi, lunghezza e larghezza, la lunghezza ci dice quanto viviamo a lungo; la larghezza quanto spazio riusciamo a ricavarci nelle nostre giornate risparmiando tempo per esempio in attività che possiamo realizzare agevolmente grazie alla tecnologia, come quello che risparmiamo con gli elettrodomestici” ha affermato Antonio Bosio, product & solutions director di Samsung. “Ebbene oggi il nostro FamilyHub rappresenta una nuova svolta, offrendo una nuova opportunità di fare la spesa in maniera smart, veloce, totalmente flessibile ma pure consapevole perché aiuta a sapere cosa si ha nel frigorifero e quindi a ridurre gli sprechi; ma rappresenta pure un’opportunità di gestione nuova del cibo, di condivisione, di comunicazione e intrattenimento familiare. Immagino questo frigorifero come ciò che è stato lo smartphone per il telefonino”. Sullo sfondo l’evoluzione delle modalità di shopping. Poter fare la spesa online da casa, dal lavoro o sui mezzi pubblici, in qualsiasi momento e scegliere il proprio supermercato di fiducia, con consegne anche rapide, sono infatti alcuni dei vantaggi che stanno alla base della piattaforma Supermercato24. Ma, sullo sfondo anche un'evoluzione sociale: l’aumento della propensione delle donne a utilizzare Internet “con un 84,7% delle giovani tra 25 e 34 anni d’età che dichiarano di avere navigato online almeno una volta negli ultimi tre mesi. È proprio in questo contesto, quindi, che la tecnologia diventa un veicolo di cambiamento sociale, semplificando le incombenze domestiche quotidiane e fornendo un valido supporto alle donne, che così possono avere più tempo a disposizione da dedicare ad altre attività, dal lavoro al tempo libero” ha evidenziato Carla Facchini, professore ordinario di Sociologia della famiglia dell’Università di Milano-Bicocca.

EDITORIALISTI