09 Novembre 2009  11:46

Il “prodotto-servizio” come possibilità di business

TClc
Il “prodotto-servizio” come possibilità di business

Pierluigi Bernasconi

Se ne è discusso il 5 e 6 novembre al convegno Asap. Secondo gli esperti i margini vanno attesi a lungo termine e a seguito di un radicale cambiamento di mentalità

Si è tenuto il 5 e 6 novembre presso l’Università degli Studi di Brescia il convegno “Il prodotto-servizio. Una nuova strategia per vincere le sfide competitive”, organizzato da Asap Smf. Al centro delle giornate di lavoro la possibilità di utilizzare l’erogazione di servizi collegati alla vendita del prodotto come spinta per il business delle aziende manifatturiere e dei distributori operanti nel settore dei beni durevoli. Di particolare interesse è stata la relazione di Andy Neely, Professore della University of Cambridge e della Cranfield School of Management, che ha messo in rilievo alcune criticità della cosiddetta “servitizzazione” del settore manifatturiero che, almeno a breve e medio termine, porta sì a un incremento dei ricavi ma non alla crescita della marginalità dell’impresa. Essa infatti può superare i margini del prodotto, secondo lo studioso, solo a fronte di un totale cambiamento di mentalità delle imprese e una volta raggiunto un peso del 40% dei servizi sui ricavi, dunque con tempi non immediati. “Chi ha successo in questo ambito”, ha detto Neely, “ha un’azienda solida. Si tratta comunque della strada corretta per le aziende occidentali, che non possono più competere solo in termini di prodotto”.
Da segnalare anche la tavola rotonda - coordinata da Marco Raimondi, senior partner di GianoManagement, e da Mario Rapaccini di Asap -, che ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Bruno Bigaran, a.d. di Franke Italia, e Rinaldo Cataluffi, a.d. di di Berloni. La sessione Tecnologia e Operations ha poi ospitato le testimonianze di alcune case history di innovazione del prodotto-servizio. Alessandro Covi, ad di Miele Italia, ha presentato insieme a Maurizio Falchi, ad di Lavapiù, il progetto “Lavapiù - La lavanderia self service Miele”, un nuovo concept di lavanderia automatica studiato sulle esigenze del consumatore finale. Pierluigi Bernasconi, ad di Mediamarket, ha invece illustrato il servizio Uso&Consumo, sviluppato in collaborazione con Asap. Tale servizio permette al consumatore di valutare, attraverso schede informative sui prodotti e appositi terminali presenti nei punti vendita, il consumo medio di un determinato elettrodomestico in base sia alle caratteristiche tecniche sia al tipo di utilizzo previsto.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 03 Ottobre 2019
    Traffico= fatturato?
    Come afferma un noto rivenditore romano, da tempo il canale soffre di un malessere condiviso, ovvero la “sindrome del negozio vuoto”.
Arianna Sorbara - Progetto Cucina

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cucine e Built In

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy