e-duesse.it / News / Distribuzione / I soci Elite entrano in Expert

navigation

I soci Elite entrano in Expert

I soci Elite entrano in Expert

Roberto Omati

Il gruppo di via Fara avrà un perimetro di fatturato ora di 1,8 mld di euro

Dopo i due terremoti dell'uscita di Papino e di Sgm dalla compagine e il dramma della perdita di Carlo Alberto Lasagna, Expert si prende una sorta di rivincita accogliendo da oggi nella compagine del Gruppo tutti i soci del consorzio Elite: Barni, Carretti, Comet, Di Salvo e Della Martira, Grancasa e Ires-Sme. La sede del Gruppo rimarrà quella di via Fara, Marco Cervellati di Comet e Luciano Tisiotto di Ires entreranno nel cda.

"Direi che siamo stati capaci di trasformarci nella continuità della nostra identità" commenta Roberto Omati, direttore generale di Expert a e-duesse: "Questa unica società che rappresenta tutte le società non esprimerà solo una massa critica importante -circa 1,8 mld di euro- e una posizione di leadership, ma anche una forte sintonia della sua compagine e la volontà di rappresentare un messaggio unico per il mercato, con l'obiettivo di aumentare le performance e le vendite dei nostri soci".

Fabio Cecchi, presidente di Elite, aggiunge: "È un accordo importantissimo che dimostra la lungimiranza e la concretezza con cui i soci del consorzio hanno sempre affrontato il business. Un accordo che sono certo mette le basi per essere protagonisti in un mercato sempre più concentrato e competitivo".

Tommaso Leso presiederà il Gruppo, Roberto Omati manterrà la carica di Direttore Generale di Expert Italy, mentre Fabio Cecchi assumerà il ruolo di Direttore Commerciale. Anche gli altri dipendenti di Elite confluiranno nella struttura della sede Expert.

Le voci su un possibile approdo dei soci Elite in un Gruppo si erano più volte rincorse, ma sull'effettiva firma dell'accordo con Expert sembra abbia influito non tanto la consapevolezza che era necessario per entrambi aumentare il peso specifico, quanto una affinità di visioni e di cultura imprenditoriale. "Lasagna ci ha insegnato che le persone contano più dei fatturati che possono rappresentare e la firma di oggi ce lo dimostra" aggiunge infatti Omati: "È stata una trattativa impegnativa sia per me sia per Fabio come per i soci che rappresentiamo, ma personalmente sono felice di ricordare il dottor Lasagna a un anno dalla sua scomparsa con questo accordo. Ora siamo all'inizio di un nuovo percorso". Nelle prossime settimane si definiranno gli aspetti organizzativi e le attività comuni e condivise, anche se al momento i nuovi soci manterranno le proprie insegne.

Il fatturato 2014 di Expert (al netto di Papino e Sgm) è stato di 1 miliardo e ottanta milioni di euro (+3,8% sul 2013), mentre quello del Consorio elite è stato di 640 milioni di euro (+6,6% sul 2013).

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.