11 Novembre 2020  14:41

Assogiocattoli: Lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri

Wajda Oddino
Assogiocattoli: Lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri

Pubblichiamo il testo della lettera di Roberto Marelli, Presidente di Assogiocattoli, inviata in seguito al Dpcm del 3 novembre

In un contesto sanitario tutt’altro che positivo e nel pieno rispetto della sicurezza personale, per il settore rappresentato da Assogiocattoli arriva “una buona notizia”. Secondo le disposizioni contenute nel recente Dpcm il “giocattolo” e alcuni articoli dedicati alla “prima infanzia” vengono considerati beni essenziali, questo per maggior praticità si traduce nella possibilità di mantenere aperti gli esercizi commerciali che trattano questi prodotti, anche nelle zone rosse.

L’allegato 23 al Dpcm, riporta all’interno della lista delle eccezioni:

  • Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati;
  • Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio;
  • Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati;
  • Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati

In una lettera inviata al Governo e al Ministero delle Pari Opportunità e della Famiglia il Presidente di Assogiocattoli Roberto Marelli ha richiesto che sia ammessa per coerenza, nonché per analogia distributiva, anche la vendita di articoli per la prima infanzia, quali passeggini, lettini e seggiolini auto.
Si tratta di articoli fondamentali per le famiglie per trasportare i bambini dall’ospedale a casa o per effettuare le visite mediche pediatriche, anche durante questo periodo di emergenza sanitaria.

Riportiamo qui il testo della lettera.

Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio dei Ministri
Prof. Avv. Giuseppe Conte

e p.c.Ministra delle Pari Opportunità e la Famiglia

Prof.ssa Elena Bonetti

Ill.mo Signor Presidente,

Assogiocattoli è l’Associazione nazionale che dal 1947 rappresenta, con oltre 200 aziende iscritte, svariate filiere produttive tra cui quella dei produttori, importatori e distributori di articoli per la prima infanzia.

A seguito della pubblicazione del DPCM del 3 novembre 2020, siamo stati subissati da richieste da parte dei nostri associati e della distribuzione al dettaglio, circa l’inclusione della rivendita di articoli per la prima infanzia nella lista delle attività al dettaglio ammesse.

Pur non specificatamente previsto dall’Allegato 23 del Decreto in oggetto, essendo ammesse le attività di vendita al dettaglio di giochi e giocattoli e di confezioni e calzature per neonati anche all’interno delle c.d. Zone Rosse, riteniamo che sia ammessa per coerenza, nonché per analogia distributiva, anche la vendita di articoli per la prima infanzia, quali passeggini, lettini e seggiolini auto (ci permettiamo di rilevare peraltro che quest’ultimi sono obbligatori per legge e imprescindibili per trasportare i bambini dall’ospedale a casa o per effettuare le visite mediche pediatriche, anche durante questo periodo).

Qualora la nostra interpretazione non fosse corretta, restiamo a disposizione per un confronto ed un chiarimento.

Ringraziando anticipatamente per l’attenzione dedicata, cogliamo l’occasione per inviare i nostri migliori saluti.

Roberto Marelli
Presidente Assogiocattoli

Contenuti correlati : Assogiocattoli Dpcm giocattoli prima infanzia
Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 07 Settembre 2020
    Una ripresa possibile
    Parliamo dei risultati del primo periodo di riapertura in questo numero di Toy Store. Lo facciamo dando voce sia ai...
Wajda Oddino - Toy Store

ACCADDE OGGI

  • 04 Dicembre 2009
    Elledue festeggia il 30esimo anniversario
    Elledue Giocattoli di Varese spegne quest’anno la 30esima candelina: il punto vendita, infatti, che si estende su una superficie di 1000 metri...

Ricevi la Newsletter!

Giocattoli

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy