e-duesse.it / News / Home video / Diritto d’autore: quasi il 90% degli italiani favorevole alla direttiva UE

navigation

Diritto d’autore: quasi il 90% degli italiani favorevole alla direttiva UE

Diritto d’autore: quasi il 90% degli italiani favorevole alla direttiva UE

Una nuova indagine online sonda l’opinione sul copyright di 8 Paesi europei, tra cui il nostro

Riguardo al diritto d’autore e alla sua importanza gli italiani sembrano avere le idee chiare. Lo rileva una nuova indagine online, Copyright & US Tech Giants di Harris Interactive, commissionata da “Europe for Creators”, che ha sondato l’opinione della popolazione in Italia e in altri 7 Paesi europei (Francia, Germania, Grecia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania e Spagna) sulla direttiva UE sul Copyright. Ebbene dal sondaggio (il cui campione è composto da 6.600 persone interpellate in Europa, di cui 800 in Italia) ha stabilito che l’89% dei nostri concittadini è favorevole a un giusto compenso per gli artisti e i creatori di contenuti per la distribuzione su piattaforme Internet. La ricerca indaga inoltre l’opinione sull’articolo 11 della Direttiva, (che viene da più parti indicato come “link tax”) che prevede una forma di compenso a favore dei creatori dei contenuti protetti da copyright. L’86% del campione italiano (In linea con la proposta della direttiva) una percentuale maggiore di tutta Europa, ritiene che siano le grandi realtà del Web a dover remunerare gli editori quando riutilizzano i loro contenuti (foto, articoli e video). “Questi risultati sono inequivocabili. Si tratta di un segnale evidente per i deputati europei in vista del voto della direttiva sul copyright dell’UE il 12 settembre. L’equilibrio dei poteri deve essere riformato a favore dei creatori di contenuti e dei cittadini“, ha affermato Véronique Desbrosses, direttore generale del Gruppo europeo delle società di autori e Compositori (GESAC). “I deputati europei hanno nelle loro mani il futuro dell’Unione Europea. I cittadini hanno parlato, ora la parola passa ai politici”. Infine, quasi 7 italiani su dieci ritiene che i giganti del Web non condividano in modo equo i ricavi generati dalle proprie piattaforme con i creatori di contenuti. Questo dato sottolinea ulteriormente la percezione di ingiustizia subita dagli artisti e dai creativi.

EDITORIALISTI