04 Dicembre 2009  17:33

La Spagna dà l’ok alla legge “salva-proprietà intellettuale”

THcp
La Spagna dà l’ok alla legge “salva-proprietà intellettuale”

Il mancato rispetto del copyright diventa motivo per procedere alla disconnessione degli utenti

Ulteriore giro di vite contro la pirateria digitale. E, dopo la Francia di Sarkozy, è la volta della Spagna di Zapatero. Il Consiglio dei Ministri spagnolo ha approvato la ‘Ley de Economía Sostenible’, un testo normativo che, tra gli altri ambiti, va a modificare la legge dei servizi della società dell'informazione (LSSI) e quella sulla proprietà intellettuale (LPI); in particolare, in quest’ultima, è introdotta (art. 8.1) la “salvaguardia dei diritti di proprietà intellettuale” tra i motivi per i quali è possibile tagliare la connessione Web di un utente. Finora, la LSSI contemplava solo quattro cause per la disconnessione da Internet: la salvaguardia dell’ordine pubblico, indagini penali, motivi di sicurezza pubblica e ordine nazionale; tutela della salute pubblica; rispetto per la dignità e il principio di non discriminazione; protezione della gioventù e dell'infanzia.
Adesso, in questi punti rientra anche la lotta contro la pirateria. Il testo prevede inoltre il rafforzamento dei poteri in capo al ministero della Cultura per “garantire la tutela contro la violazione del copyright”; da tale ministero dipenderà infatti la Comisiòn de Propiedad Intelectual, dai tre ai cinque membri, eletti con il massimo del consenso con la partecipazione di altri dipartimenti, tra cui il Ministero dell’Industria. Proprio a questi ''organismi competenti'' viene attribuita la facoltà di richiedere i dati degli utenti ai provider, che saranno dunque obbligati a fornirli per consentire l'identificazione dei trasgressori. Entro metà di dicembre, infine, saranno presentate alcune misure tecniche per il monitoraggio del download illegale attraverso i siti p2p.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

solo in Italia il nulla

e solo in Italia oramai rimaniamo indietro...

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 05 Agosto 2010
    News Corp., anno fiscale in calo
    News Corp. ha reso noti i risultati relativi al quarto trimestre e all'anno fiscale conclusi il 30 giugno 2010. L'anno fiscale ha registrato un reddito...

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy