15 Febbraio 2013  17:04

Apt contro il decreto sulle quote cinema

TVec
Apt contro il decreto sulle quote cinema

L’Associazione dei produttori tv chiede di considerare il sistema audiovisivo nel suo complesso e contesta la mancata consultazione sul tema

Apt (Associazione produttori televisivi) esprime la sua “piena contrarietà allo schema di decreto sulle quote di produzione e programmazione del cinema italiano messo a punto dai ministri Passera e Ornaghi e ne chiede un ripensamento. Due, in particolare, i motivi di scontro. Prima di tutto, il testo considera la sola produzione cinematografica invece dell’audiovisivo nel suo complesso (cinema, fiction, intrattenimento, documentario, cartone animato e web). «Noi chiediamo», afferma il presidente Fabiano Fabiani nella nota rilasciata dall’associazione, «che la produzione indipendente sia considerata con equità dalla politica, mentre il Governo - peraltro dimissionario -con questo decreto non fa che cristallizzare una situazione già critica». Giudizio negativo anche sull’iter seguito dai due ministri: «Non si dovrebbero varare leggi di sistema senza prima aver ascoltato l'industria e i lavoratori che rappresentano quel sistema. E la medesima considerazione vale per il Contratto di Servizio tra Rai e Ministero dello Sviluppo Economico, sul quale noi non siamo stati ascoltati, ed è la prima volta che accade in venti anni di vita dell'associazione».

Iscriviti alla nostra newsletter

Comments

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Settembre 2020
    Poker al femminile
    Quattro numeri, quattro donne, in sequenza, su altrettante copertine di Tivù. La presidente di Doc/it, Claudia Pampinella,...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 20 Settembre 2019
    Sky Tg24 cambia pelle
    Dal 23 settembre cambia il palinsesto di Sky Tg24, l’all news targata Sky diretta da Giuseppe De Bellis. Con oltre 7000 ore di diretta ogni anno di

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy