09 Agosto 2019  09:58

Legge cinema, come vanno reinvestiti i contributi automatici

redazione
Legge cinema, come vanno reinvestiti i contributi automatici

Pubblicato il decreto direttoriale che riguarda produzione e distribuzione cinematografica e televisiva e home video

È stato pubblicato, il decreto direttoriale che definisce le modalità di reinvestimento dei contributi automatici in base alla legge cinema e audiovisivo 220/2016, con riferimento in particolare agli alrticoli 23,24 e 25.

L'art.1 specifica che il contributo automatico è destinato:

- Per le opere cinematografiche alla produzione, ivi incluso lo sviluppo, e alla distribuzione nazionale e internazionale, ovvero alla sola distribuzione, di una o più nuove opere di nazionalità italiana.

- Per opere televisive, allo sviluppo, alla produzione e alla distribuzione internazionale di opere in preacquisto e in licenza di prodotto.

- Per le imprese di distribuzione cinematografica, qualora il contributo automatico fosse destinato alla sola fase di distribuzione cinematografica, in Italia e all'estero, esso deve riguardare opere di nazionalità italiana prodotte negli ultimi tre anni.

- Per gli editori home entertainment, il contributo automatico è destinato alla diffusione di opere audiovisive di nazionalità italiana prodotte negli ultimi tre anni e non ancora diffuse su supporto fisico o digitale alla data di presentazione di richiesta di reinvestimento.

- Per opera prodotta negli ultimi tre anni va intesa l'opera per cui è stato rilasciato il visto di revisione cinematografica, ovvero, nel caso di opera audiovisiva, per cui è stato effettuato il deposito presso la Direzione generale Cinema, nei tre anni precedenti alla presentazione dell'istanza di reinvestimento e comunque non prima dell'1 gennaio 2017.

L'art.2 riguarda le modalità di richiesta dell'erogazione mentre l'art.3 tratta in particolare il reinvestimento in sviluppo, produzione e distribuzione di nuove opere cinematografiche. Si parla anche di contributi automatici che possono essere reinvestiti in coproduzioni internazionali, purché la quota di partecipazione italiana non sia inferiore al 20%.

L'art.4 riguarda il reinvestimento in sviluppo, produzione e distribuzione internazionale di nuove opere televisive e l'art.5 il Reinvestimento editori home entertaiment.

Il testo completo è disponibile al link http://www.cinema.beniculturali.it/Notizie/5118/66/decreto-direttoriale-sulle-modalita-di-reinvestimento-dei-contributi-automatici/

Contenuti correlati : contributi automatici legge cinema tv home video
Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 05 Giugno 2020
    La TV specchio del futuro
    Karl Popper sosteneva che il futuro fosse aperto, che dipende dalle nostre azioni, che a loro volta dipendono dai nostri...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 08 Agosto 2013
    5° multiplex del digitale per Mediaset
    Mediaset ha ottenuto il suo 5° multiplex per il digitale terrestre. Il ministero per lo Sviluppo economico ha, infatti, autorizzato la conversione del...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy